I 4 ELEMENTI nella globalità dell'Essere DONNA

L’arte contemporanea si caratterizza per l’attenzione puntuale che riserva al progetto e al processo del lavoro dell’artista, oltre che al prodotto finale, all’opera d’arte compiuta.

Nel caso di Carla Peccolo si può osservare un pregevole esempio di questo percorso fatto contemporaneamente di materia e divenire, di rapporto tra il tempo, le energie primordiali e le idee poetiche rappresentate negli interventi artistici stessi. I materiali utilizzati, infatti, e le fasi di lavorazione della tecnica raku dolce con l’applicazione di patine del tipo "terra sigillata", impongono la relazione con alcuni elementi primari (colore-calore-ossigeno-terre-segni-forme-acque...) che costituiscono sia gli strumenti e i modi, che gli scopi e i prodotti del lavoro di Carla Peccolo: le opere d’arte nella loro essenza e bellezza conclusiva.

I motivi ispiratori dell’artista, infatti, si ritrovano nel progetto come nel prodotto finale, secondo la via circolare dell’esistenza che caratterizza soprattutto l’arte dell’estremo oriente - del Giappone in particolare - in cui inizio e fine si contaminano e rincorrono continuamente.

La mostra, a partire dal titolo, svela l’intenzione di Carla Peccolo di effettuare una ricerca attenta al rapporto tra la donna, la natura e la cultura, rapporto sempre segnato dalla presenza di forze temute per la loro potenza e al tempo stesso ricercate perché necessarie alla vita stessa: l’acqua, la terra, l’aria, il fuoco,... la luce e il sole... forze che si ritrovano nei miti delle origini, indicati come "radici della realtà", elementi dalla cui interazione scaturisce il divenire ciclico del cosmo.

Una formidabile fonte d'ispirazione per l’artista è la divisione in quattro degli elementi che vengono abbinati anche alle quattro specifiche entità cosmiche: il sole, la terra, il cielo e il mare che, prendendo in prestito le sembianze femminili a loro congeniali, costituiscono i quattro pannelli esposti in mostra. In ciascuno di essi le donne di Carla Peccolo rappresentano con sapienza tecnica e delicata sensibilità poetica il tempo, le emozioni, le sensazioni e infine gli umori che compongono la natura e che costituiscono la struttura complessa e apparentemente irrazionale, sia del microcosmo che del macrocosmo.

L’artista rivela la personale interpretazione delle teorie dell'armonia e della simmetria, interpretazione visibile nella perfetta proporzione e relazione tra le parti, il cui valore estetico è tradotto anche dalle luminose e velate tonalità delle superfici - trattate come luoghi di vita - morbide e lisce allo sguardo e al tatto, aperte al respiro del presente, al soffio del futuro, al calmo fluire del passato.

31 maggio 2007 - Caffè Letterario di Pordenone – Personale

Alessandra Santin

...un mio pensiero

Il Simbolo può trasformare la natura stessa dell’uomo

C.G.Jung

Newsletter

Iscrivi alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime novità
Privacy e Termini di Utilizzo

Per contattarmi

Carla Peccolo

Via dell'Agnesina, 5

33080 Porcia (PN)

Tel. 335-7896260

P.IVA 01843730936

info@carlapeccolo.it

Privacy, Termini di utilizzo e Cookie Law